Saras: team Sartec sperimenta automazione in tutto il mondo

Ecco come scoprire se e quando la raffineria va in tilt

Redazione ANSA

CAGLIARI - Automazione e digital sono campi in cui Sartec sperimenta e si sta facendo conoscere in tutto il mondo. In questi giorni Anna Pulis, ingegnere chimico, e Pamela Deidda, informatica, sono entrate a far parte di un gruppo di lavoro impegnato a sviluppare applicazioni legate a Industria 4.0. I progetti allo studio sono due, principalmente: manutenzione predittiva e ottimizzazione dei bilanci di materia in raffineria.

"Lo scopo - spiegano le due professioniste - è quello di venire incontro alle esigenze del cliente creando prodotti che possano essere rivenduti nel mercato". Si parte dal ricorso a big data e data analytics che permettono di gestire grosse mole di dati provenienti da diverse fonti, successivamente si estraggono le informazioni che consentono di supportare le decisioni di pianificazione. Come funziona la manutenzione predittiva? "A fronte di modelli matematici che analizzano dati storici, aiuta a trovare le correlazioni che permettono di prevedere quando un'apparecchiatura andrà a guasto o a una perdita di efficienza, così da poter intervenire prima che questo guasto si verifichi".

Non è una cosa semplice. "In una raffineria ci sono centinaia di macchine - argomentano Anna e Pamela - a ognuna di queste è connesso un certo numero di sensori, migliaia demoltiplicati per il numero di macchine". La vera sfida "è riuscire a capire se da questi sensori è possibile intuire se qualcosa sta andando male". Le nuove tecnologie digitali possono essere utili per automatizzare processi altrimenti manuali. A questo servirà l'ottimizzazione dei bilanci. "Ogni giorno in raffineria entrano ed escono flussi di materia - spiegano ancora Pulis e Deidda - ogni giorno si fanno i bilanci per quantificare quanto entra ed esce e per valutare il grado di efficienza dell'impianto".

I flussi sono migliaia e ogni impianto può avere diversi allineamenti perché lavora molti tipi di grezzo. Si tratta di studiare tutti gli allineamenti all'interno della raffineria. "Oggi - sottolineano le due esperte - questo lavoro viene fatto a mano e porta via un sacco di tempo".

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Archiviato in