In 50mila per "Revivas" a Decimomannu

Tracy Spencer e i dj storici. Cadeddu, un vero successo

Oltre 50mila persone a Decimomannu per Revivas, un tuffo negli anni 80 e 90 e un'ospite d'eccezione, la cantante Tracy Spencer.
    Una rimpatriata dei dj storici che hanno fatto ballare generazioni di giovani. La manifestazione, organizzata dall'associazione Primavera Sulcitana, all'insegna dell'enogastronomia, tra esposizioni, street food e cucina internazionale, ha proposto come piatto forte la musica per tre serate a tutto ritmo.
    "Un successo oltre le aspettative - commenta Monica Cadeddu, vice sindaca di Decimomannu - ci abbiamo creduto, ma mai ci saremmo immaginati una festa così ben riuscita che per tre giorni ha allontanato le preoccupazioni del quotidiano, per una immersione in un'atmosfera di gioia e condivisione".
    Tutti in pista, turisti, cittadini, ma anche consiglieri comunali e assessori, con la sindaca Anna Paola Marongiu in testa, si sono fatti trascinare dalle scelte musicali di Dario Prefumo, Riccardo Maiocchetti, Angelo Fraternali, Luca Pescarolo, Fabio Siddi, Mimmo Siddi, Sandro Murru, Cesare Monni.
    Nella discoteca a cielo aperto allestita nel Polo Fieristico di Santa Greca con tanto di luci psichedeliche, effetto fumo, i "vinili" del tempo, c'è stato un incontro tra generazioni che ha unito nei balli over 40 e 50, ma anche under 30.
    "Un sogno che si è realizzato - confessa Alessia Littarru, presidente dell'associazione Primavera Sulcitana, ma anche anima di Invitas, Festa del Gusto - siamo tornati tutti ragazzi, quando il fine settimana ci scatenavamo al K2 e all'Eurogarden, quelle serate sono legate a tanti bei ricordi che ho rivissuto in questi giorni a Decimomannu assieme a migliaia di persone cariche di entusiasmo. Spero che il mio sogno sia stato anche il loro".
    Revivas avrà un seguito. L'appuntamento é già fissato per il prossimo anno.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Imprese & Mercati

null

Pronto Diploma, a Cagliari un metodo innovativo per il recupero degli anni scolastici

Lo studio in classe e gli insegnamenti online permettono di rivolgersi ad un vasto pubblico interessato a conseguire il diploma attraverso il metodo blended learning



Responsabilità editoriale di Pagine SÌ! S.p.A.