Custodi contro bando aziende sanitarie

Tre sit-in a Cagliari, "taglio di 400 euro a stipendio"

(ANSA) - CAGLIARI, 12 LUG - Come già accaduto nel recente passato con il nuovo appalto per il servizio di facchinaggio della Regione, ora anche il nuovo bando da circa 80 milioni di euro per il portierato e la custodia delle aziende sanitarie, Aou e Azienda Brotzu finisce sotto accusa.
    I 75 lavoratori dell'area di Cagliari stanno effettuando questa mattina una serie di presidi - il primo davanti alla sede della Assl di Cagliari - per protestare contro il nuovo contratto fiduciario che verrà applicato dalla nuova ditta che si è aggiudicata l'appalto. "Questo significherà una perdita di circa 400 euro di salario degli operatori che passerà da poco sopra i mille euro a 600 euro - spiega Federico Angius dell'Usb, il sindacato che ha indetto la mobilitazione - gli operatori protestano contro la precarietà alle porte del servizio pubblico di cui colmano le lacune, effettuando con professionalità non solo i servizi richiesti ma anche espletando tutta una serie di servizi di accompagnamento e informazione ai cittadini".
    L'Usb parla di un "appalto al ribasso" che "a fronte di esigui risparmi per il pubblico taglia drasticamente lo stipendio agli operatori". Attualmente, fa sapere il sindacato, l'appalto "è bloccato da due ricorsi pendenti al Tar presentati da altre ditte partecipanti alla gara che contestano l'aggiudicazione alla cooperativa vincitrice".
    Dopo i sit-in davanti alla Assl di Cagliari e all'azienda Brotzu. i lavoratori terranno un presidio ed una conferenza stampa davanti all'assessorato regionale degli Enti locali, l'ente che ha bandito la gara. (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Vai alla rubrica: Pianeta Camere