Turismo: Sardegna premiata a Mosca

Riconoscimento alla Mitt per le spiagge più belle d'Europa

Nuovo riconoscimento per la Sardegna e le sue incantevoli spiagge. A Mosca, nel corso dell'International Travel and Tourism Exhibition (Mitt), la fiera turistica più importante dell'Europa orientale e una delle prime cinque del continente, all'isola è stato consegnato il premio come "Best beach destination - Europe" (destinazione europea con le spiagge migliori.

"Questo nuovo premio - commenta l'assessora del Turismo, Artigianato e Commercio Barbara Argiolas - conferma l'eccellenza naturalistica dei paesaggi costieri sardi, sempre più apprezzata in ambito internazionale e ormai diventata ambita meta di vacanza anche in un mercato emergente come quello russo. Il nostro ambiente incontaminato, mantenuto integro grazie all'impegno della Regione e delle amministrazioni locali in questi anni, le spiagge incantevoli e il mare cristallino sono il tratto distintivo e il punto di forza del nostro prodotto turistico: alla salvaguardia ambientale e alla valorizzazione del turismo sostenibile si ispira il nuovo modello di sviluppo regionale".

Alla 24/a edizione della Mitt, la Regione partecipa mediante l'Assessorato col suo stand Sardegna Endless Island all'Expocenter Fairgrounds, all'interno del quale sono ospitati venti operatori sardi accreditati, in rappresentanza di hotel, catene alberghiere e altre categorie di strutture ricettive, agenzie di viaggio e società di servizi, bus e tour operator, un vettore aereo (Meridiana) e un centro commerciale naturale (di Stintino).

All'evento, atteso dai professionisti di settore russi e dell'Europa orientale, partecipano 1800 aziende in rappresentanza di 190 destinazioni. Nel 2016 Mitt ha registrato la partecipazione di 28 mila visitatori nell'arco di tre giorni, tre quarti dei quali tour operator. La fiera moscovita crea opportunità di attrarre un target dal crescente potere d'acquisto.

La domanda russa è di alta qualità, per il 50 per cento rivolta ad alberghi a 4 e 5 stelle. Tradizionalmente il prodotto di riferimento è il marino-balneare, a cui è associato quello sportivo di fascia alta (golf e vela). Dalla Russia nei primi dieci mesi del 2016 sono arrivati poco più di 19 mila visitatori: con una permanenza media di 6 giorni e mezzo hanno generato quasi 126 mila presenze nelle strutture ricettive isolane, rispetto alle 123 mila dello stesso periodo del 2015, con un leggero aumento del 2 per cento. L'anno scorso il mercato russo è risultato appena fuori dalla top ten fra quelli internazionali per la Sardegna, all'undicesimo posto.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Imprese & Mercati

Responsabilità editoriale di Pagine SÌ! S.p.A.
Vai alla rubrica: Pianeta Camere