Laghi:Alghero guida progetto con Francia

Con comuni toscani e centri ricerca, cofinanziato da fondi Fesr

Realizzare un percorso comune di gestione integrata e transfrontaliera del patrimonio naturale e culturale delle lagune, dei laghi e degli stagni. Questo l'obiettivo del progetto "Retralags", inaugurato ufficialmente in questi giorni, di cui è capofila il Comune di Alghero.

L'iniziativa rientra all'interno del Programma Interreg Italia-Francia Marittimo 2014-2020, cofinanziato dal Fondo europeo per lo sviluppo regionale (Fesr), ed ha fra i suoi partecipanti anche i Comuni toscani di Massarosa (Lucca) e Orbetello (Grosseto), il CIRSPe Toscana (Centro italiano ricerca e studi per la pesca), la Provincia di Lucca, i dipartimenti francesi dell'Alta Corsica e del Var, e l'Istituto IFREMER (Institut Français de Recherche pour l'Exploitation de la Mer).

Tra gli interventi, sono previste azioni pilota in diversi siti naturali e culturali: nell'area lacustre toscana di Massaciuccoli, per esempio, o nelle antiche saline francesi di Pesquiers, nel dipartimento del Var.

Assieme a "Retralags" prende il via anche un altro progetto Interreg Italia-Francia: "Aliem", il cui scopo è intervenire in modo congiunto sul fenomeno delle specie invasive costruendo un sistema di governance e realizzando una piattaforma transfrontaliera di raccolta, scambio e analisi dei dati. Capofila è l'Ufficio dell'ambiente della Corsica.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Vai alla rubrica: Pianeta Camere