Sardegna: una donna guida il Corecom

Susi Ronchi già giornalista Rai e notista politica della Tgr

Alla guida del Comitato regionale per le comunicazioni arriva una donna. Si tratta della prima volta per il Corecom della Sardegna istituito nel 2008. La presidente appena nominata con decreto del presidente del Consiglio regionale Michele Pais è la giornalista Susi Ronchi, già caposervizio nella Tgr Rai e, precedentemente, nel telegiornale dell'emittente privata Videolina. Soprattutto nel servizio pubblico, Ronchi ha lavorato per tanti anni come notista politica raccontando le dinamiche dell'Assemblea e delle Giunte che si sono susseguite.

Nel 2017 ha fondato in Sardegna Giulia Giornaliste, associazione che nei media e sui media si pone gli obiettivi di modificare lo squilibrio informativo sulle donne anche utilizzando un linguaggio privo di stereotipi e declinato al femminile, e si batte perché le giornaliste abbiano pari opportunità nelle redazioni, senza discriminazioni e pregiudizi. Insomma, un profilo quello di Susi Ronchi, ritenuto del tutto in linea con le funzioni del Corecom, organo di consulenza, supporto, garanzia e gestione della Regione Sardegna per quanto riguarda l'intero sistema delle comunicazioni, ma anche braccio operativo nell'Isola dell'Autorità per le garanzie nelle comunicazioni (Agcom). Il decreto di nomina entrerà in vigore con la sua pubblicazione nel Bollettino ufficiale della Regione (Buras), atteso per giovedì 5.

La neo presidente, per correttezza istituzionale, rinvia ad allora ogni dichiarazione sul suo nuovo ruolo e su come intende portarlo avanti. Del Corecom fanno parte altri quattro componenti, tutti giornalisti e appena designati - nel rispetto della parità di genere - sempre nello stesso decreto del massimo rappresentante dell'Assemblea. Sono Alessandro Balzani, Graziano Cesaraccio, Maria Stella Locci e Sergio Nuvoli.

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA


        Vai al Canale: ANSA2030
        Vai alla rubrica: Pianeta Camere