Violenza donne: l'Isola si colora di rosso per dire No

Iniziative da nord a sud per le celebrazioni del 25 novembre

La Sardegna si colora e illumina di un rosso simbolico in occasione della Giornata internazionale per l'eliminazione della violenza contro le donne, lunedì 25 novembre. E' ampio il ventaglio di eventi distribuiti su diverse giornate: la cittadinanza onoraria alla senatrice a vita Liliana Segre, tavole rotonde sui temi del lavoro, il dramma degli orfani di femminicidio, il linguaggio di genere e i media.
    Ancora: proiezioni, letture, teatro e uno sportello aperto per "Mamme & Papà separati". La Regione "accenderà" simbolicamente i palazzi di Viale Trento e di via Roma che saranno illuminati di rosso il 25 e il 26 a partire dalle 17.30.
    Il Comune di Cagliari indice il concorso a premi "Feminas" rivolto alle scuole elementari e medie per la promozione della cultura del rispetto. Alla Mem, dal 22 al 29 mostre, banchetti con libri e documenti sul tema, letture, proiezioni di foto in loop su un grande schermo visibile dalla corte. Il 25 dalle 16 corso pratico anti-aggressione rivolto a donne dai 16 anni in su.
    Ricco il calendario messo in piedi dal Comune di Pula. Il 25 alle 9.30 con il Consiglio comunale straordinario al Teatro Maria Carta sarà conferita la cittadinanza onoraria alla senatrice Liliana Segre. Il 27 a Casa Frau si parla di "La violenza sulle donne, la violenza delle parole. Una Carta Etica contro ogni discriminazione di genere", Carta che verrà adottata dall'amministrazione comunale. Interventi, tra le altre, della sindaca Carla Medau e della coordinatrice di Giulia Sardegna Susi Ronchi. Analogo incontro il 26, questa volta Cagliari, nella sala Search.
    In campo i sindacati. La Fp-Cgil ha già distribuito migliaia di fiocchi rossi presso le sedi di Cagliari, Oristano, Nuoro, Olbia e Sassari. Con l'invito esteso a lavoratori e lavoratrici di indossarli il 25. Dal 23 al 25 il Comune di Sennori promuove "L'una e l'altra", tre giornate di eventi per riscoprire il lato più nobile del rapporto uomo-donna, attraverso la forza espressiva della letteratura, della poesia e della danza.
    Il 25 a Cagliari, in occasione di una tavola rotonda organizzata al Liceo Siotto alle 11.30, l'avvocata Anna Maria Busia parlerà del dramma degli orfani di femminicidio. Sempre a Cagliari lunedì 25, di "Violenza nel mondo del lavoro e lavoro come salvagente alla violenza" si parla 15.30 nella sala Aldo Marongiu del Palazzo di Giustizia.
    A Olbia, l'Associazione Prospettiva Donna Onlus e il Coordinamento Donne Spi-Cgil Sardegna organizzano per lunedì 25 un'iniziativa di sensibilizzazione interamente dedicata ai temi dei diritti umani e della violenza di genere dal titolo "It's right to be woman". L'evento, promosso in stretta collaborazione con le scuole, si terrà presso la Sala Expò di via Porto Romano, dalle 9.30 alle 13.   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA


        Vai al Canale: ANSA2030
        Vai alla rubrica: Pianeta Camere