Governatore Sardegna indagato

Procura, atto dovuto dopo articoli di stampa su nomine

Il governatore della Sardegna Christian Solinas è indagato dalla Procura di Cagliari per abuso d'ufficio. "Un atto dovuto", fanno sapere dal Palazzo di Giustizia, per alcuni articoli apparsi sui quotidiani e per le dichiarazioni della consigliera regionale del Movimento Cinquestelle Desirè Manca sulla nomina dei consulenti in Regione. L'indagine, la cui apertura è stata anticipata dall'Unione Sardai cui articoli, insieme a quelli del Fatto Quotidiano, hanno fatto scattare l'indagine, è affidata al pubblico ministero Andrea Vacca.

Manca aveva puntato il dito, in particolare, sulla spesa per i consulenti "circa 6 mila euro netti al mese, per un costo di quasi un milione di euro in 5 anni". Cifre smentite dallo staff del Partito Sardo d'Azione, del quale Solinas è anche segretario nazionale: "Queste esternazioni lasciano sgomenti: le retribuzioni sono stabilite dalla legge e non certo dal presidente della Regione". Gli incarichi al centro della polemica politica erano stati affidati a giugno.
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA


        Vai al Canale: ANSA2030
        Vai alla rubrica: Pianeta Camere