Rubati giochi scuola, appello sindaco

"Se non hai soldi per comprarli ai tuoi figli, lo faremo noi"

I bambini della scuola materna di Samassi da oggi non hanno più i giochi in giardino. Nella notte qualcuno ha rubato due scivoli, tre dondoli e una casetta di plastica colorata che erano sistemati. I carabinieri hanno avviato le indagini sull'episodio dopo la denuncia presentata dal sindaco di Samassi Enrico Pusceddu che ha anche affidato alla sua pagina Facebook e uno sfogo e un appello al ladro dal titolo 'Lettara a un ladro di sorrisi'.

"Rimetti i giochi dove li hai trovati, restituisci i sorrisi ai nostri bambini e ritrova la tua dignità, vedrai che alla fine ti sentirai meglio e anche noi con te - scrive - Se i giochi che hai rubato hanno lo scopo di rendere felici i tuoi bambini perché non puoi permetterti di comprargliene dei nuovi non preoccuparti, riportaci i giochi e insieme, privatamente, troveremo il modo per fare un regalo anche ai tuoi bimbi".

"Non so chi sei ma mi rivolgo direttamente a te che hai deciso di saltar dentro la recinzione delle nostre scuole materne per portar via i giochi dal prato - scrive il primo cittadino - Non so quanti anni hai, se hai figli, fratellini o sorelline, ma sicuramente so che anche tu hai avuto tre anni e anche tu, come tutti i bambini del mondo, hai giocato nella tua infanzia con dondoli e scivoli. Vedi, i giochi che hai portato via erano lì sul prato da tanto tempo, non abbiamo mai pensato di custodirli sotto chiave perché mai nessuno ha toccato nulla nelle nostre scuole e mai nessuno avrebbe immaginato che si arrivasse a tanto. I giochi non sono di grande valore economico, poche centinaia di euro se rivenduti in qualche mercatino dell'usato o forse anche meno, ma sono di grande valore agli occhi dei nostri bambini cui hai portato via sorrisi che valgono più di tutto l'oro del mondo".
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA


      Vai alla rubrica: Pianeta Camere