Cagliari: Pellegrini, sono in famiglia

"Pronto a fare grandi cose se la buona sorte ci accompagna"

"Quando sono andato via da Cagliari sapevo che sarebbe stato un arrivederci, non un addio". Luca Pellegrini, classe 1999, ritorna in Sardegna. Ancora in prestito come a gennaio, ma questa volta non dalla Roma ma dalla Juventus. "Sul percorso da seguire eravamo tutti d'accordo - ha spiegato alla Sardegna Arena nella sua prima conferenza stampa - per la mia crescita era importante giocare. E, con questo presupposto, la squadra migliore era proprio il Cagliari: mi sento in famiglia".

"In Sardegna - ha proseguito il giocatore - ho imparato tanto. Per quanto non sia passato molto da allora, quella esperienza mi ha consentito di maturare. Contentissimo quando ho saputo che il club era ancora interessato a me. Non mi sento di passaggio, ma questo penso di averlo dimostrato anche lo scorso anno".

Decisamente formativo il ritiro con i campioni della Juventus. "Lì puntano molto sulla professionalità - ha raccontato Pellegrini - E da grandi giocatori come quelli c'è solo da prendere esempio sia in campo sia fuori". Domenica 25 potrebbe essere già in campo con il Brescia di Cellino, storico presidente del Cagliari. "Sono pronto - ha detto - ma chiaramente le scelte le fa il tecnico". Prime impressioni sul nuovo Cagliari? "Se la buona sorte ci accompagna potremo fare grandi cose", ha assicurato il giocatore.
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA


        Vai alla rubrica: Pianeta Camere