Aggredisce la moglie, arrestato

Ragazzina dà l'allarme, la donna lo aveva già denunciato

 Per l'ennesime volta ha tentato di aggredire la moglie, minacciandola di ucciderla, sotto l'effetto di alcol e droga, ma è stato bloccato dagli agenti della polizia intervenuti grazie alla segnalazione della figlia minorenne che ha chiamato il 113. Un 43enne di Cagliari è stato arrestato per maltrattamenti in famiglia e trasferito in carcere a Uta.

L'episodio di è verificato durante la notte scorsa. La donna si è barricata dentro casa con la figlia - che ha meno di 14 anni - mentre l'uomo - che non vive più con la moglie anche se non i due non sono ancora separati - ha tentato più volte di accedere con la forza all'interno dell'abitazione, minacciando di morte la moglie. Sentendo le urla i parenti dell'uomo, che abitano nello stesso stabile, hanno cercato, inutilmente, di far desistere il 43enne dalla sua azione violenta. Nonostante tutto l'uomo è riuscito ad accedere all'interno della casa passando dalla finestra della camera da letto. A quel punto la ragazzina, spaventata, ha allertato il 113.

Solo il tempestivo intervento del nonno e dello zio della minorenne è servito a scongiurare il peggio e a far guadagnare il tempo necessario sino all'arrivo delle Volanti. Da quanto si apprende la donna aveva sporto numerose denunce presso in Questura e dai Carabinieri per maltrattamenti, vessazioni, minacce, percosse e umiliazioni subite alla presenza dei figli minori, duranti le frequenti e violente liti con il marito.
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA


      Vai alla rubrica: Pianeta Camere