Sardegna, taglio vitalizi ex consiglieri

Approvata legge che ridetermina 309 assegni, risparmio da 2mln

Il taglio degli assegni vitalizi per gli ex consiglieri regionali della Sardegna è legge. Con 50 voti a favore e tre astenuti l'Aula ha votato le norme che rideterminano, su base contributiva, i 309 assegni che costano ogni anno alle casse della Regione circa 17 milioni di euro. Il provvedimento consentirà un risparmio che, secondo le ultime stime, si aggira intorno ai due milioni di euro. L'Isola si uniforma così a quanto stabilito nell'ultima legge di Bilancio dello Stato che imponeva alle Regioni il taglio, entro il 30 giugno, pena una sforbiciata dei trasferimenti fino al 20%.

Il tema dei vitalizi è stato nelle settimane scorse, in particolare a ridosso delle amministrative del 16 giugno, al centro di polemiche soprattutto per una parte del testo che poi è stata stralciata in commissione e non è approdata in Aula.

Quella relativa all'istituzione di un sistema pensionistico su base contributiva per gli attuali consiglieri rimasti senza alcuna copertura previdenziale, e che l'opposizione aveva salutato come il ripristino dei vitalizi aboliti nel 2011.
   

    RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

    Video ANSA