Tumore seno, "Pap flap" nuova frontiera

Microchirurgia Aou Cagliari tra migliori strutture in Italia

(ANSA) - CAGLIARI, 12 GIU - Cagliari all'avanguardia nella ricostruzione mammaria microchirurgica dopo il tumore al seno.
    La nuova frontiera? "Pap flap" e "Diep flap", cioè prelievo di lembi dalle cosce e dall'addome. Una tecnica innovativa in cui è leader la struttura complessa di Chirurgia plastica e Microchirurgia del Policlinico 'Duilio Casula', diretta dal professor Andrea Figus, in questi giorni a Bologna invitato al Congresso Mondiale di Microchirurgia proprio per presentare i risultati ottenuti con questa tipologia di intervento.
    "Ad aprile ci hanno invitato in Danimarca presso la Società Danese di Microchirurgia - spiega Figus - a maggio nel prestigioso teatro della Oxford University in Inghilterra: c'è grande interesse per i successi ottenuti, in particolare con il lembo 'pap', tecnica innovativa nella quale la AOU di Cagliari è capofila in Italia e tra i centri più conosciuti in Europa".
    Attiva ufficialmente da febbraio, la Struttura complessa si sta affermando in Sardegna e rappresenta ormai una realtà nel panorama nazionale e internazionale della chirurgia ricostruttiva. Negli ultimi due anni sono stati eseguiti più di 140 interventi complessi con lembi microchirurgici. "Alla AOU di Cagliari - continua il prof - le pazienti con diagnosi di tumore al seno possono essere trattate, all'interno di un percorso terapeutico, da un team multidisciplinare ricevendo una ricostruzione ritagliata su misura in base a caratteristiche personali, storia clinica e necessità. La ricostruzione mammaria è possibile sia contemporaneamente alla rimozione del tumore (ricostruzione immediata), sia nel caso non sia stata eseguita precedentemente (ricostruzione differita) o nei casi di fallimento o insoddisfazione dopo ricostruzioni con dispositivi protesici (ricostruzione secondaria)". (ANSA).
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA


        Vai alla rubrica: Pianeta Camere