A Cagliari è tempo di Marina Café Noir

Fresu, Marcorè, Murgia, Dan Chaon e Marchioni tra gli ospiti

Un ricco parterre per uno tra gli appuntamenti più attesi a Cagliari: dal 20 al 22 giugno ritorna Marina Café Noir. Un Festival di letterature applicate, con una serie di reading-concerto, produzioni originali, marchio di fabbrica del festival, giunto alla 17/a edizione e organizzato dall'Associazione Culturale Chourmo. Vinicio Marchioni porterà in scena un omaggio al compianto Kent Haruf, Neri Marcorè un tributo a De Andrè, Michela Murgia, sostenuta dalle musiche di Arrogalla un omaggio all'antifascismo. Sarà una tre giorni densa di appuntamenti nel cuore del capoluogo sardo, tra le piazze San Domenico e Garibaldi.

Anteprima il 18 nel chiostro di San Domenico con Paolo Fresu, per un reading-concerto tratto dal suo "Poesie jazz per curiosi", letture di Pierpaolo Piludu e un incontro con la giornalista Francesca Fradelloni. Attesi anche il premio Strega 2018 Helena Janeczek e Evelina Santangelo. Ancora, le infinite sfumature dell'America nera di James Anderson e Dan Chaon, per la prima volta in Italia, e il ritorno di Brian Panowich. Immancabile il nero "politico" italiano, con Alessandro Robecchi e i Wu Ming che tornano a Cagliari nel ventennale di "Q", il loro esordio di culto, per presentare "Proletkult". In programma presentazioni di libri, incontri, reading, omaggi e laboratori con scrittori, giornalisti, attori, musicisti, antropologi, sociologi e artisti da tutto il mondo.

Filo conduttore è "Il contrario di uno", titolo di una raccolta di racconti brevi di Erri De Luca. La 17/a edizione del Festival si apre il 20 giugno con una giornata in collaborazione con NNE, casa editrice milanese che porterà a Cagliari alcune delle sue migliori proposte tra autori italiani e internazionali.
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA


        Vai alla rubrica: Pianeta Camere