Cagliari, Ghirra candidata a primarie centrosinstra

Assessora uscente, "tempi maturi per prima sindaca della città"

"Tante persone in questi giorni mi hanno chiesto di partecipare alle primarie delle forze democratiche e progressiste in vista delle elezioni comunali. Onorata per la stima e l'affetto ricevuti ho deciso di accettare la sfida per la scelta del prossimo candidato sindaco".   Francesca Ghirra, assessora all'Urbanistica di Cagliari, con un post su Facebook annuncia di scendere in campo per il dopo Zedda. L'attuale sindaco ha deciso di dimettersi per andare in Consiglio regionale (era il candidato governatore del centrosinistra sconfitto da Christian Solinas del centrodestra, ndr) e nel capoluogo sardo si torna dunque a votare per le comunali, probabilmente il 26 maggio in concomitanza con le europee.

"So bene quanto Cagliari sia cresciuta in questi anni - scrive Ghirra - in cui ho conosciuto da vicino il mondo della cultura, approfondito i temi della pianificazione della città, proposto e attuato soluzioni a problemi grandi e piccoli. Abbiamo dato risposte per l'oggi e individuato strategie per lo sviluppo sociale, culturale ed economico di domani. Credo che i tempi siano maturi per eleggere la prima Sindaca della città.  Cagliari ha bisogno di tutta la nostra intelligenza, di tutto il nostro entusiasmo, di tutta la nostra forza." Giovedì 21 marzo, alle 18, è in programma un'iniziativa pubblica di presentazione della candidatura nella sede di Intrepidi Monelli - Centro di Produzione per lo Spettacolo, in viale Sant'Avendrace.

IN CORSA ANCHE BUSIA CON +EUROPA. Dopo la candidatura di Francesca Ghirra alle primarie del centrosinistra per la scelta del candidato o candidata a sindaco di Cagliari, in corsa anche +Europa con Anna Maria Busia. Lo annuncia in una nota l'ex parlamentare Roberto Capelli. "Da Cagliari a Sassari, da Alghero a Monserrato e Tortolì, +Europa presenterà propri candidate/i e alle amministrative del Maggio prossimo e nella Circoscrizione "Isole" alle contestuali elezioni Europee. Sotto la bandiera europea vorremmo promuovere un 'luogo" d'incontro e sintesi - spiega - Fin da domani parteciperemo al tavolo della coalizione di centrosinistra con questo spirito al fianco delle altre forze politiche che vorranno arricchire e condividere tale progetto, senza pregiudizi e prevaricazioni, decisi a competere democraticamente sul piano programmatico e organizzativo con vecchi e nuovi compagni di viaggio per poi essere saldamente uniti nella sfida con la destra, il populismo becero e i profeti dell'isolazionismo culturale, economico e politico".

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
      TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE:

      Video ANSA


      Vai alla rubrica: Pianeta Camere