Piano Mancini a Olbia, no al referendum

Sindaco Nizzi, inaccettabile cittadini non possano esprimersi

Il Tribunale civile di Cagliari ha definitivamente annullato il referendum promosso per domenica 24 febbraio dal Comune di Olbia al fine di far esprimere i cittadini sul cosiddetto Piano Mancini, per la messa in sicurezza della città dal rischio idraulico.
    Per i giudici il referendum è illegittimo. Una settimana fa il tribunale aveva sospeso il referendum accogliendo il ricorso presentato dal commissario di Governo per il rischio idraulico, Edoardo Balzarini, contro la decisione dell'amministrazione guidata da Settimo Nizzi di portare alle urne i cittadini (in concomitanza con le elezioni regionali) sulle misure anti-alluvione, ma il Comune aveva deciso di impugnare quella sospensione.
    Ieri il verdetto definitivo: il referendum sul Piano Mancini è illegittimo e pertanto non si può fare. Per Nizzi "la decisione del tribunale è un grave colpo. Il giudice ha stabilito che non si può fare una consultazione su quell'argomento - commenta il sindaco di Olbia - ritengo inaccettabile che i cittadini non possano dire la loro su un tema così importante, e su un piano che stravolge e distrugge la nostra città dal punto di vista ambientale".

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA


      Vai al Canale: ANSA2030
      Vai alla rubrica: Pianeta Camere