A Capodanno stop a spray urticanti

Ordinanza sindaco per concerto di Gianna Nannini

Per la festa di Capodanno di Castelsardo, la più importante in Sardegna del 2018 - e probabilmente quella con più partecipanti per la presenza della star Gianna Nannini - c'è anche il divieto di portare in tasca, in borsa o in borsetta lo spray urticante. È la novità prevista quest'anno dall'ordinanza firmata lo scorso 24 dicembre dal sindaco Franco Cuccureddu.

Si aggiunge alle tradizionali indicazioni a tutela dell'ordine e della sicurezza: no a bottiglie o bicchieri di vetro, petardi, bottiglie di plastica con il tappo (salvo quelle piccole), oggetti contundenti o taglienti. Questo varrà per l'area dei grandi eventi e negli spazi riservati ai maxi schermi. "Lo spray urticante - conferma Cuccureddu all'ANSA - è una novità di quest'anno. Ci saranno, oltre alle forze di polizia, circa 200 addetti al controllo di zaini e borse. Chi sarà trovato con questi oggetti vietati non potrà superare i varchi".

Ad Alghero sino al 7 gennaio sono vietati fuochi d'artificio, petardi, e "botti". Per le feste in piazza del 30 (Fura dels Baus) e del 31 (musica con i deejay) sarà vietato il consumo per strada di bevande in lattina o vetro. A Olbia, per i Maneskin, previste le classiche misure di sicurezza, dalle bottiglie di vetro al divieto di botti e petardi. Niente ordinanze sui botti a Cagliari. Perché - come spiega sempre il sindaco Massimo Zedda - c'è già una legge che dispone il divieto di utilizzo.

ANCHE CAGLIARI DICE NO ALLO SPRAY - Dopo Castelsardo anche Cagliari, una delle piazze principali del Capodanno sardo, vieta gli spray urticanti. Lo dicono le prescrizioni del Comune in vista del concerto del 31 con i Subsonica. "Sarà proibito - si legge nelle indicazioni - detenere, cedere a qualsiasi titolo petardi, botti, razzi e in genere artifici contenenti miscele detonanti ed esplodenti e bombolette contenenti sostanze urticanti".

Una prescrizione che si unisce ai più tradizionali divieti di "introdurre, detenere, depositare al suolo contenitori di vetro o metallo" e "vendere per asporto o cedere a qualsiasi titolo bevande in contenitori di vetro o metallo". L'area dello spettacolo, che si sviluppa lungo tutto il largo Carlo Felice, è ripartita in due settori divisi all'altezza di vico Largo Carlo Felice.

Tutti i varchi sono presidiati da personale dell'organizzazione e delle forze dell'ordine che effettueranno controlli sul rispetto delle misure di sicurezza e sequestreranno gli oggetti non ammessi. Per i festeggiamenti di Capodanno 2019, a partire da oggi cambia il traffico veicolare nel largo Carlo Felice, piazza Yenne, via Angioy, via Sassari, via Mameli, via Mercato Vecchio, via Baylle, via Dettori, via Santa Croce, piazza San Giacomo e zone vicine.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA


Vai alla rubrica: Pianeta Camere