Lirica Sassari, al via con Rossini

L'Italiana di Algeri apre cartellone con cinque eventi

Rossini, Verdi, Puccini e la riproposizione a Sassari, dopo ventisei anni, dei "Carmina Burana" di Carl Off. La Stagione lirica di Sassari riapre il sipario del teatro Comunale. Forte del record di abbonamenti, con 1.800 appassionati già prenotati in vista dei cinque appuntamenti in cartellone, l'Ente Concerti "Marialisa de Carolis" ha presentato a palazzo Ducale un evento cui la Sassari culturale non può e non intende rinunciare.

"Sogniamo di poter offrire un cartellone con più appuntamenti, ma le risorse economiche sono sempre più limitate e ci accontentiamo di presentare un titolo in più dell'anno scorso", ha spiegato il presidente dell'ente, Alessandro Bisail, davanti al vicepresidente Antonello Mattone, al direttore artistico Stefano Garau e all'assessora comunale della Cultura, Manuela Palitta.  Si parte il 12 e 14 ottobre con "L'italiana di Algeri" di Gioacchino Rossini, per la regia di Stefano Vizioli, ripresa da Pierluigi Vanelli. Il 27 e 28 ottobre ci sarà "La cambiale di matrimonio", sempre di Rossini, che presenterà scene e costumi realizzati dagli allievi dell'Accademia di Belle arti "Mario Sironi" di Sassari, mentre in buca suoneranno gli studenti del liceo musicale "Azuni". Terzo appuntamento il 9 e 11 novembre con il "Rigoletto" di Giuseppe Verdi, per una coproduzione dell'Ente concerti e del Teatro Coccia di Novara, con la regia di Paola Gavazzeni e Piero Maranghi.

Il 17 e 18 novembre al Teatro comunale saranno eseguiti i "Carmina Burana" di Carl Off, con orchestra e coro diretti dallo spagnolo Jordi Bernàcer. La stagione si chiuderà il 7 e 9 dicembre con "La Bohème" di Giacomo Puccini, con la regia curata da Matteo Mazzoni. Come ogni anno ci saranno eventi collaterali, dalle anteprime per giovani e le scuole alle presentazioni delle singole opere.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE:

Video ANSA


Vai alla rubrica: Pianeta Camere