U.21: Italia batte 3-1 l'Albania

Amichevole a Cagliari, tre reti segnate dopo il 90'

Vittoria degli azzurrini (3 a 1) contro l'Albania alla 'Sardegna Arena' di Cagliari: un passo avanti rispetto alla pesante sconfitta in Slovacchia, ma con qualche rischio e un secondo tempo non all'altezza. In poche parole la squadra di Di Biagio ha avuto più o meno partita e risultato in mano per novanta minuti. Poi si è fatta riprendere al 1' di recupero. Salvo poi rimediare in extremis con i neoentrati Murgia e Parigini. A sbloccare la gara era stato al 27' del primo tempo Di Marco con un bel diagonale alla sinistra di Selmani. Per il giocatore del Parma il primo gol con l'under. Presto fuori causa uno dei giocatori più attesi, Cutrone: l'attaccante del Milan si è dovuto arrendere al 37' per una botta alla caviglia, sostituito da Cerri. Discreta la sua prova, macchiata però da un errore a tu per tu con il portiere albanese al 19': l'assist era stato di Orsolini.

In tribuna, insieme a una folta rappresentanza del Cagliari, presenti anche il direttore generale della FIGC e vicepresidente Uefa, Michele Uva, e il sub commissario Figc, Alessandro Costacurta. Un'amichevole poco 'friendly' nel primo tempo: oltre la botta a Cutrone, ammoniti Mucolli e Bare per gli ospiti e Mancini per l'Italia. Bene la squadra di Di Biagio sino al gol, padrona del campo e pericolosa in avanti. Poi si è un po' seduta favorendo l'ingresso in partita dell'Albania, fino ad allora molto abbottonata (praticamente a una sola punta con Bare a fare la spola tra centrocampo e attacco) e per nulla incisiva. Invece dopo l'1 a 0 sono arrivate la prima parata di Audero, al 37', su tiro di Sulejmanov.

Ma soprattutto il palo di Bare al 6' della ripresa su punizione. Con Ramadani che di testa non è riuscito poi a ribadire in rete. Dopo l'Italia si è ripresa. E ha ricominciato a dominare e a cercare il gol per regalare un sorriso I tifosi sardi, già soddisfatti per Cerri e Romagna in campo. . Nel finale esordio di Marchizza, Crotone. Ma nel recupero arrivano i colpi di scena. Vrioni agguanta un insperato pari su svarione della difesa. E cala il gelo. A riscaldare i tifosi Murgia con il rocambolesco gol del 2 a 1: rovesciata fallita, poi, da terra, mette dentro. Infine Parigini: splendido l'assist di Mandragora.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE:

Video ANSA


Vai alla rubrica: Pianeta Camere