Beach Soccer: Italia campione d'Europa

Ad Alghero gli azzurri vincono ai rigori dopo 2-2 in finale

Non chiamateli tipi da spiaggia da oggi sono campioni d'Europa. Nei giorni bui dell'azzurro un raggio sole arriva dal beach soccer e non solo perché si è giocato sulla spiaggia di Alghero in un clima da piena estate. A fare da contraltare alla disastrosa prova dell'U21 e della lenta risalita della nazionale maggiore, tra risultati altalenanti delle rappresentative giovanili, la nazionale del beach soccer vince il titolo europeo. E' stata una finale infinita quella contro la Spagna, vinta dagli azzurri 9-8 ai calci di rigore dopo che i tempi regolamentari si erano chiusi sul 2-2 con due fiammate tra il 7' e il 10' del secondo tempo e al 9' dell'ultima frazione: in entrambe le occasioni l'Italia si è portata avanti con un tiro libero delizioso di Frainetti e un rigore trasformato con freddezza da Palmacci (204 gol in carriera). La Spagna ha risposto subito con Llorenc autore di due gol spettacolari, proprio lui che si è affermato nel beach soccer in Italia con la maglia del Terracina. Neanche l'extra time è bastato. Ci sono voluti i rigori, una sequenza infinita ad oltranza: gli azzurri li hanno segnano tutti e sette, Del Mestre ha parato il tiro di Josè Enrique che ha significato il titolo europeo. Gli azzurri dopo tredici anni hanno conquistato il titolo europeo vendicando sportivamente la finale persa nel 2010. I giocatori del campionato italiano organizzato da quindici anni dalla Lega Nazionale Dilettanti hanno dimostrato il valore del lavoro dei club della Serie A facendo splendere la Nazionale del club Italia. Ma non basta, quattro spagnoli, e tanti altri giocatori di Portogallo, Svizzera, Germania, Inghilterra e Romania hanno vestito la maglia dei club della Serie A targata Lega Nazionale Dilettanti. "Questa Italia mi ha entusiasmato, ha vinto anche con il cuore all'ultimo istante dopo una serie di colpi di scena che hanno esaltato il pubblico di Alghero", le parole del presidente della Lnd, Cosimo Sibilia che ha poi fatto un bilancio della manifestazione sottolineando che la "prima la tappa di Campionato di Cagliari ed ora queste Superfinal Europee ad Alghero si sono rivelate la vetrina migliore per promuovere questo sport e i 15 anni della Serie A italiana grazie anche all'impegno delle amministrazioni e degli enti regionali e locali della Sardegna. Siamo orgogliosi e soddisfatti della grande partecipazione e dell'entusiasmo che ha dimostrato la gente. Lo stadio sempre esaurito è la prova fattiva che il risultato è stato raggiunto". "Questo è solo un punto di partenza - ha aggiunto Sibilia - lo sport in tutte le sue declinazioni deve progredire e migliorarsi per stare al passo con i tempi ed offrire al pubblico un prodotto di qualità. Il beach soccer può crescere ancora tanto e la Lega Nazionale Dilettanti continuerà ad impegnarsi per promuovere la pratica dello sport più popolare d'estate con le tappe di campionato e gli eventi internazionali".

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA


Vai alla rubrica: Pianeta Camere