Ad azienda di Olbia l'Oscar del miele

Premiata Antica apicoltura Gallurese della famiglia Porcu

E' il miele di corbezzolo dell'Antica apicoltura Gallurese, azienda a conduzione familiare guidata dalla famiglia Porcu, a vincere il primo premio dello storico concorso "Roberto Franci" 2018. L'Oscar del settore verrà assegnato il 7 settembre a Montalcino in occasione della 42/a edizione della Settimana del Miele, vetrina delle migliori produzioni nazionali.
    Il premio è una delle più importanti competizioni nazionali d'apicoltura promosso dall'Asga, associazione fondata nella cittadina toscana nel 1976 per tutelare gli interessi delle aziende apistiche delle provincie di Siena, Grosseto e Arezzo e difendere e migliorare la produzione. Il secondo posto va in Friuli Venezia Giulia al 'Miele di Rones' di acacia prodotto da Mirko Muzzati e Silvia Tortora, mentre al terzo si piazza l'Abruzzo con il miele di coriandolo di 'Apicoltura Luca Finocchio'. Verranno premiati anche i vincitori delle singole varietà di miele prodotte in tutta Italia, Paese che detiene il maggior numero di tipologie al mondo.
    "Ho iniziato a produrre miele 40 anni fa grazie ad un mio paziente che mi regalò la prima famiglia di api - racconta l'ex medico di base Piero Porcu che ha creato l'azienda Antica mieleria gallurese a Berchiddeddu piccola frazione di Olbia - poi piano piano mi sono appassionato riuscendo a trasmettere l'amore per le api a due dei miei figli Roberta e Giuseppe che sono oggi i titolari". L'azienda produce complessivamente 500 quintali di miele, di cui circa 30 di corbezzolo miele amaro prodotto a fine dicembre, che viene venduto a grandi catene di distribuzione ed in parte esportato. Aver vinto l'Oscar del miele in questa edizione è un risultato particolarmente importante perché la scorsa annata sarà ricordata tra le più difficili di sempre per la siccità che aveva colpito tutta l'Italia e in particolare la Sardegna.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA


Vai alla rubrica: Pianeta Camere