Insularità, a breve firme in Parlamento

"Principio per pari diritti, Salvini firmi proposta legge"

"Il riconoscimento costituzionale dell'insularità è necessario per ottenere pari diritti e opportunità". Così il Comitato promotore per l'insularità ha presentato a Olbia la propria iniziativa. All'evento hanno preso parte rappresentanti istituzionali, sociali e culturali uniti dalla convinzione che serva un riconoscimento formale per dare concretezza a diritti sin qui rimasti sulla carta. "In settembre depositeremo le firme per la proposta di legge in Parlamento", annunciano gli esponenti del Comitato.

"I sardi non vogliono più assistenza pubblica, ma il riconoscimento in Costituzione di un principio come condizione irrinunciabile di un pari diritto di cittadinanza attraverso infrastrutture che offrano pari opportunità di partenza per tutti e valorizzino le risorse umane ed economiche dell'isola", sostiene il comitato. Per questo "interpella le istituzioni sarde, nazionali ed europee, per verificare se le condizioni ostative per avere pari opportunità anche nelle situazioni geografiche insulari, compresa la Sardegna, siano state superate".

"È necessario inserire il principio di insularità nella costituzione per rendere effettivi i diritti riconosciuti dal trattato di funzionamento dell'Unione europea per le isole - concludono - e chiediamo al vicepresidente del consiglio Matteo Salvini di firmare la proposta di legge, alla luce delle sue odierne sollecitazioni sul cattivo uso della nostra autonomia e nell'ambito di una leale collaborazione".
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE:

Video ANSA


Vai alla rubrica: Pianeta Camere