Derubato e colpito da bottiglia in testa

Episodio in centro a Cagliari, giovane non ha sporto denuncia

Lo hanno avvicinato con la scusa di una sigaretta, rubandogli il portafogli senza che lui si accorgesse di nulla, poi lo hanno colpito con una bottigliata in testa quando è andato a chiedere loro la restituzione del denaro. Vittima un giovane cagliaritano che ha riportato lievi ferite e ha rifiutato di presentare denuncia alla polizia. Ricercati dagli agenti della squadra volante tre stranieri, probabilmente del nord Africa.

L'episodio è avvenuto durante la notte in via Regina Margherita a Cagliari. I tre stranieri hanno avvicinato il giovane, chiedendo una sigaretta, poi si sono allontanati. Dopo qualche minuto il ragazzo si è accorto di essere stato derubato e con un amico è andato a cercarli. Ha visto i tre seduti su una panchina in piazza Yenne e ha deciso di affrontarli. In tutta risposta i tre, per assicurarsi la fuga, lo hanno colpito con una bottigliata in testa.

Sul posto sono intervenuti gli agenti della squadra volante che si sono messi alla ricerca degli aggressori e i medici del 118 che hanno medicato il giovane.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA


Vai alla rubrica: Pianeta Camere