Villa lusso risultava azienda agricola

Sequestrata da GdF, affitti da 15 mila euro a settimana

Formalmente era classificata come un'azienda agricola, apparentemente destinata all'allevamento di cavalli, in realtà la casa era stata trasformata in una villa e offriva ospitalità in lussuose camere con affitti che arrivavano a toccare anche i 15.000 euro per una settimana. La scoperta è stata fatta dalla Guardia di Finanza del nucleo di Olbia e del Comando provinciale di Sassari in una tenuta San Pantaleo, in collina davanti alla Costa Smeralda, durante un normale controllo sull'attività agricola. Dai documenti, infatti, è emersa la locazione turistica dell'immobile.

I finanzieri si sono trovati davanti una struttura, appartenente dal un imprenditore italiano residente in Svizzera, dotata di Spa e piscine e pubblicizzata su siti specializzati internazionali. L'uomo è stato denunciato per i reati in materia di edilizia. Dalle verifiche, infatti, è emerso che l'immobile, oltre ad essere stato realizzato in difformità alle autorizzazioni edilizie, non poteva svolgere l'attività di affittacamere. Il proprietario, infatti, non è risultato in possesso di un regolare titolo amministrativo rilasciato dal Comune di Olbia.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Vai alla rubrica: Pianeta Camere