Credito imprese artigiane, - 252 milioni

Dossier Confartigianato, nel 2017 finanziati 826 mln di euro

Oltre 250 milioni di euro di finanziamenti in meno negli ultimi cinque anni. Si passa da più di 1 miliardo del 2011 per arrivare agli 826 milioni del 2017.
    Sono questi i dati della lunga crisi, senza soluzione di continuità ormai dalla fine del 2011, del credito alle imprese artigiane della Sardegna. Al 31 dicembre 2011 si registrava una erogazione di 1,078 mld; a settembre 2013 i finanziamenti calavano di 175 milioni attestandosi a un totale di 903. Tre anni dopo, marzo 2016, ancora una flessione di 44 milioni, per un saldo di 859 milioni di euro. A dicembre dello stesso anno si toccavano 844 milioni di euro di erogazione mentre a giugno dell'anno appena concluso il saldo arrivava a 826 milioni.
    E' impietoso il dossier "Trend del credito alle imprese artigiane della Sardegna a giugno 2017" realizzato dall'Osservatorio di Confartigianato Sardegna per le MPI su dati Artigiancassa e Banca d'Italia dal 2011 al giugno 2017, che è stato presentato nell'assemblea di Confartigianato Imprese ad Abbasanta.
    Il credito all'intero sistema produttivo della Sardegna, nell'ultimo anno è stato di 11 miliardi 815 milioni di euro, di cui 826 alle imprese artigiane; per queste ultime, in 12 mesi, i finanziamenti si sono ridotti di 40 milioni subendo un calo percentuale del 4,6%. "I 'rubinetti' del credito non accennano a riaprirsi - commenta Antonio Matzutzi, presidente di Confartigianato Imprese Sardegna - una situazione che stenta ancora a ripartire e che, visto il trend, non ha nulla di incoraggiante per i prossimi mesi. Si è passati infatti da un rallentamento della contrazione sia nel dicembre 2016, sia a marzo 2017 (entrambe le rilevazioni erano al -1,7) - continua Matzutzi - contro la "ricaduta" di giugno 2017 con il -4,6%.
    Sinceramente un tonfo così non ce lo aspettavamo".
    Costantemente negativo è anche il trend a livello provinciale (giugno 2017-giugno 2016): la situazione peggiore si registra a Carbonia Iglesias con un crollo dei finanziamenti del 7%, seguito dall'Ogliastra con -6,9%, dal -5,7% di Olbia Tempio e dal -5,5% di Sassari. Il calo più ridotto a Oristano con -0,3%.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Vai alla rubrica: Pianeta Camere