Per la Dinamo fatali i 5' addizionali

L'Avellino si impone al Palaserradimigni per 88-95

La Sidigas Avellino batte a domicilio la Dinamo Banco di Sardegna Sassari al termine di una partita tiratissima. Al PalaSerradimigni finisce 88-95, dopo che le quattro frazioni regolamentari si erano chiuse sull'84-84.

Nei cinque minuti addizionali la Dinamo ha segnato quattro punti: troppe le energie fisiche e mentali spese sino a quel momento per tenere testa a un avversario che è parso nettamente superiore, sul piano atletico e tecnico. Avellino è in testa alla classifica con 20 punti insieme con Milano e Brescia dopo 13 giornate. Sassari è ottava a 14 punti, ai confini della Final Eight. In avvio Avellino è implacabile dal perimetro, Sassari gioca con ordine e ribatte colpo su colpo grazie alle percussioni di Pierre e Polonare e all'ottimo impatto di Jones.

Dopo 5' la Sidigas è avanti 11-13. Il vantaggio resta invariato anche alla fine della prima frazione: 20-22. All'inizio della seconda frazione gli uomini di Sacripanti provano a scappare, ma la Dinamo ha una prima scossa e passa in vantaggio, ma si va al riposo 41-45 per Avellino. Nella terza frazione Marco Spissu, il giovane play cresciuto in casa, spacca la partita e cambia il tema della sfida. Coach Pasquini lo getta nella mischia e lui risponde con otto punti di fila, assist e la sensazione di avere la squadra in pugno. Dal 43-50 per i campani del 23' si passa 58-53 del 28' per Sassari, che al suono della penultima sirena guida 68-61. La Sidigas ha una reazione da grande squadra e si riporta in scia e in un finale all'ultimo canestro ci si ritrova 84-84 al 40'. Al termine di altri cinque minuti di battaglia durante i quali la Dinamo non vede più il canestro, Avellino espugna meritatamente il PalaSerradimigni.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA


Vai alla rubrica: Pianeta Camere