Fdi, vinciamo politiche e poi regionali

Deputato Murgia, a Roma con più parlamentari sardi

"Ci candidiamo a vincere le elezioni politiche di marzo e poi a governare la Regione in vista della tornata del 2019". E' l'obiettivo di Fratelli d'Italia illustrato dal deputato Bruno Murgia, il consigliere regionale Paolo Truzzu, il coordinatore sardo del partito Salvatore Sasso Deidda e il capogruppo in Consiglio comunale Alessio Mereu.

"Nel prossimo governo di centrodestra puntiamo ad avere più rappresentanti sardi - ha detto Murgia - così da tutelare con più forza i nostri diritti". Il parlamentare ha ricordato che alla Camera il gruppo di Giorgia Meloni è risultato il più produttivo: "Tra le altre cose, negli ultimi 12 mesi siamo stati i primi a sollevare la questione degli sbarchi di algerini che rispetto agli anni precedenti sono stati il 500% in più".

Fdi dà un giudizio negativo sul governo Gentiloni, come anche sulla Giunta Pigliaru. "La maggioranza ha approvato tutti gli articoli della Finanziaria a dicembre così da poter spendere subito nei territori in campagna elettorale per le politiche", ha sottolineato Paolo Truzzu. Un voto all'operato di questa Giunta? "Davvero, non sono pervenuto".

Tanto più che "in questi giorni, anche sui trasporti, il centrosinistra presenta un quadro più roseo di quello che è, la verità - ha chiarito Truzzu - è che sulla continuità territoriale hanno realizzato un bando sbagliato". Quanto alla sanità, per Fratelli d'Italia "l'Ats si dimostra un gigante inutile".

Il coordinatore Deidda ha sottolineato l'importanza di "essere riusciti a ricostruire una filiera per il partito, con un rappresentante in Parlamento, in Consiglio regionale e nel consiglio comunale di Cagliari". Alessio Mereu si è soffermato sui problemi della Giunta Zedda con i sardisti ("Sapevamo che quel patto avrebbe prodotto questi risultati") e sulla tassa per la raccolta dei rifiuti, "alta a fronte di un servizio peggiorato".
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Vai alla rubrica: Pianeta Camere