Carta identità elettronica a S.Antioco

E' uno dei primi 49 Comuni sardi ad avviare servizio

Il Comune di Sant'Antioco ha avviato le procedure per l'emissione delle prime due carte di identità elettronica, che saranno consegnate ai destinatari entro sei giorni lavorativi. Sant'Antioco è tra i 49 comuni della Sardegna in cui è stato avviato il servizio ed entro il 2018 il progetto "Carta di identità elettronica" dovrà essere attivato in tutto il territorio nazionale.

"La procedura è semplice e veloce - spiega l'assessore agli Affari Generali Renato Avellino - occorre recarsi all'ufficio anagrafe del Municipio con la vecchia carta di identità e con una foto tessera in formato elettronico, avvalendosi di un supporto USB, o cartaceo, e in questo caso viene scannerizzata e restituita al richiedente. Gli uffici sono dotati degli strumenti necessari per avviare la procedura Una volta raccolte tutte le informazioni, l'Anagrafe avvia la pratica e la nuova carta di identità elettronica, entro sei giorni lavorativi, viene consegnata all'utente".

Il costo è di 16,79 euro più 5,42 euro di diritti di segreteria. Nel caso di duplicato per deterioramento, la cifra da corrispondere agli uffici è di 16,79 euro più 10,58. Con l'entrata in scena della nuova Cie, l'attuale carta d'identità dovrebbe essere definitivamente accantonata, anche se ogni cittadino potrà continuare ad utilizzarla fino alla sua scadenza.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA


Vai alla rubrica: Pianeta Camere