Cagliari: Barella prolunga contratto

Classe 1997, è già stato convocato in Nazionale

Il centrocampista del Cagliari Nicolò Barella ha prolungato il contratto con la società rossoblù sino al 2022. Il giocatore, classe 1997, già convocato in Nazionale, era stato blindato dal club due anni fa sino al 2020. Oggi è arrivata la firma sull'accordo che consolida il rapporto con il club del presidente Tommaso Giulini.

Cagliaritano, prodotto del vivaio rossoblù, Barella ha esordito in serie A all'età di 18 anni, in occasione di Cagliari-Parma (4-0). Dopo aver dato il suo contributo alla pronta risalita del Cagliari nella massima serie, rientrato dal prestito al Como, nella stagione 2016-17 ha conquistato il posto in squadra e non l'ha più perso.

In questa stagione ha realizzato il suo primo gol in serie A a Ferrara contro la Spal. A soli 20 anni Barella ha già collezionato 98 presenze con la maglia rossoblù, 57 con la prima squadra e 41 in Primavera. È dell'ottobre scorso la prima convocazione nella Nazionale maggiore, dopo aver militato in tutte le rappresentative azzurre giovanili, collezionando sinora 49 presenze. Con l'U20 ha conquistato il secondo posto ai campionati Europei di Germania nel 2016, il terzo ai Mondiali in Corea del Sud nel 2017.

MANOVRE DEL CALCIOMERCATO - Il Cagliari sbarra le porte in uscita, almeno per i titolari: i gioielli non partono. Il no per Barella alle richieste delle big (Juve, Inter e Roma) durerà sino al 31 gennaio. Poi per l'estate il destino del centrocampista già in orbita Nazionale sembra segnato. Per il settore arrivi circolano due nomi: Caldirola, classe 91, centrale difensivo del Werder Brema, e Olivera, 1992, esterno sinistro della Fiorentina. Più un possibile ritorno dal Perugia dell'attaccante Han, 1998. Il calciomercato invernale, cominciato proprio oggi, sarà per i rossoblù senza rivoluzioni: nessuna cessione importante per non creare squilibri visto che la salvezza è ancora tutta da conquistare.

Qualche movimento sarà inevitabile. La lista dei possibili partenti è composta più o meno dai giocatori che non hanno trovato grande spazio sino ad oggi. O che pensano di non averlo. Quasi certi i saluti di Melchiorri (in pole position c'è il Carpi) e Giannetti. Mentre sono più delicate le situazioni di Capuano, Pisacane e Farias: al momento non sono nell'undici "ideale" di Lopez, ma sono giocatori che al Cagliari fanno molto comodo. Capuano e soprattutto Farias (Joao Pedro starà fuori altre tre giornate) sono in corsa per una maglia da titolare già da sabato con la Juventus.

Mentre Pisacane, sabato scorso dietro Ceppitelli, Andreolli e Romagna, è la prima alternativa in difesa. E ha caratteristiche che gli altri tre non hanno. Ma le cose potrebbero cambiare in caso di arrivo di Caldirola. Anche Miangue dovrebbe restare. A meno che non si concretizzasse l'approdo in Sardegna di Olivera. In entrata, però, serve qualcosa. Soprattutto a centrocampo: l'anno scorso il Cagliari prese Faragò, ora titolare. Oggi il profilo desiderato è quello di un centrocampista con i piedi buoni che possa diventare l'alternativa di Cigarini. Per l'attacco si pensa a riportare a casa Han: inizio esplosivo a Perugia, ma da qualche settimana non è più titolare.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Vai alla rubrica: Pianeta Camere