Pigliaru, lavoriamo per 2018 di ripresa

Governatore su Facebook, bilancio 2017 e scommesse future

"Nell'anno che ci lasciamo alle spalle iniziamo a vedere con chiarezza i primi segnali di ripresa, e a raccogliere i frutti del lavoro lungo che portiamo avanti con impegno sin dal primo giorno". Il governatore della Sardegna, Francesco Pigliaru, affida a Facebook il suo personale bilancio di fine 2017. Un anno "non semplice", ammette, ma pieno di passi avanti. "L'economia sarda - spiega - ha ricominciato a crescere, ce lo dicono numeri: la disoccupazione è passata dal 19% del 2014 a poco meno del 15% a fine 2017".

Certo, precisa il presidente della Giunta, "siamo consapevoli che sono livelli ancora troppo alti, e non possiamo accontentarci perché per troppe persone questi cambiamenti ancora non producono alcun beneficio". Ecco perché, assicura, "continuiamo a lavorare per accelerare l'uscita dalla lunga crisi, così da raggiungere chi ne ha maggiormente bisogno". Pigliaru cita i progressi fatti, quelli "per salvare centinaia di posti di lavoro nel Sulcis, l'avvio di un grande cantiere di bonifica a Furtei, la sottoscrizione di un accordo con la Difesa che creerà posti di lavoro nella ricerca duale, lo sblocco dell'ex Arsenale a La Maddalena per rilanciare sviluppo e lavoro anche in quella parte della Sardegna".

Senza tralasciare le "molte altre cose in cantiere: dalla chimica verde a Porto Torres all'arrivo del metano, che permetterà a imprese e famiglie di ridurre i costi dell'energia; agli investimenti nelle ferrovie, attesi da decenni e che daranno risultati concreti nel 2018". Iniziative che consentiranno di rinforzare la ripresa. "Ma chi sta male oggi non ha il tempo di aspettare che gli effetti di queste azioni li raggiungano - aggiunge il presidente della Regione - ed è per venire incontro a chi oggi è più debole che abbiamo inserito nella finanziaria 2018 un intervento da quasi 130 milioni per creare lavoro, e abbiamo aumentato del 50% la dotazione del Reddito di inclusione sociale". "Ce la stiamo mettendo tutta - conclude - lavoriamo perché il 2018 sia molto migliore del 2017, per tutti. Buon anno".
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Vai alla rubrica: Pianeta Camere