Cagliari: metro, stadio e porta a porta

Bilancio 2017 del Consiglio, 113 decisioni prese all'unanimità

Un 2017 chiuso in bellezza con l'inaugurazione della nuova Piazza Garibaldi. Ma ora ci sono le sfide del prossimo anno: su tutte il via al servizio che rivoluzionerà la raccolta differenziata dei rifiuti con il porta a porta. Ma nel 2018 ci sarà anche la vera partenza dell'iter per lo stadio del futuro, quello che prenderà il posto dell'attuale Sardegna Arena e che manderà definitivamente in pensione il vecchio Sant'Elia. E il 2018 potrebbe essere anche l'anno buono per l'avvio di lavori per la metropolitana.
    Sono i risultati e le scommesse illustrate questa mattina nella conferenza stampa di fine anno del presidente del Consiglio comunale di Cagliari, Guido Portoghese: per l'assemblea civica passano infatti tutti i progetti fondamentali per presente e futuro della città. "Sono soddisfatto - ha spiegato - per il fatto che molte scelte sano state condivise e approvate con un voto all'unanimità: sono state ben 113. Segno che c'è una dialettica che consente di arrivare spesso a soluzioni condivise. Merito anche del buon lavoro delle commissioni".
    Un anno caratterizzato da sessanta sedute, meno rispetto al 2015. Ma con più produttività: 102 deliberazioni approvate, 36 mozioni, 29 ordini del giorno e 227 interrogazioni trattate. Nel 2017 grandi dibattiti in aula su Arena grandi eventi, trasporto pubblico, abusivismo commerciale e alloggi universitari.
    Nel 2018 sono già in calendario i dibattiti su "emergenza sociale immigrazione" e "zona franca". Conferiti dall'assemblea civica anche riconoscimenti per meriti sportivi ai surfisti Francisco e Niccolò Porcella e al velista Andrea Mura e per meriti artistici alla violinista Anna Tifu.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Vai alla rubrica: Pianeta Camere