Trionfo per la prima della Ciociara

10 minuti di applausi per il compositore Tutino e tutto il cast

(di Stefano Ambu)

È finita con il compositore dell'opera Marco Tutino sul palco a raccogliere i "bravi" e gli applausi di oltre una decina di minuti del pubblico di Cagliari. Non solo per lui: i più osannati sono stati i "buoni" e le vittime (in qualche modo eroi ed eroine) della storia tratta dal romanzo di Alberto Moravia, Michele (Aquiles Machado), Cesira (Anna Caterina Antonacci) e Rosetta (Lavinia Bini). Ma gli spettatori si sono spellati le mani anche per il nazista (Roberto Scandiuzzi) e per il "traditore" Giovanni (Sebastian Catana).

La prima europea della Ciociara, una coproduzione tra Teatro Lirico e San Francisco Opera già andata sul palco negli USA nel 2015, ma mai rappresentata nel vecchio continente, è stata un trionfo. Dalla musica alla regia, con continue trovate che comunque non hanno mai disorientato il pubblico, tenendolo anzi incollato alla trama: dall'apparizione sullo sfondo a mo' di ricordo del povero Michele, alla scena simultanea della fucilazione (sempre di Michele) e della violenza a mamma e figlia. Sino allo spettacolare ingresso sul palco della jeep dei liberatori americani. Colpi a sorpresa anche dal punto di vista musicale con la canzone popolare italiana che irrompe con La strada nel bosco (già ripresa dal film di De Sica) nell'impianto classico dell'opera di Tutino. D'altra parte era un "pezzo" nato sotto le bombe del 1943 come le vicende narrate da Moravia e poi riprese da De Sica nel film con Sophia Loren.

La prima dell'opera è stata ripresa integralmente dalle telecamere di Rai5 e sarà diffusa, giovedì 14 dicembre alle 21.15, sabato 16 dicembre alle 11 e domenica 17 dicembre alle 18.30, sul canale televisivo culturale della tv di Stato. La Ciociara viene replicata anche stasera. Le otto rappresentazioni dell'opera rientrano nel progetto "Rifunzionalizzazione del Parco della Musica e del Teatro Lirico di Cagliari - Internazionalizzazione e innovazione delle produzioni anche per la valorizzazione turistico-culturale degli attrattori territoriali". Finanziato dal Piano d'Azione Coesione "Progetti strategici di rilevanza regionale" che valorizzano le priorità del POR FESR nell'ambito della Programmazione Unitaria 2014-2020, realizzato e promosso in collaborazione con Unione Europea, Governo e Regione Sardegna.

 

   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA


Vai alla rubrica: Pianeta Camere