Italcementi, infortuni -80% in 17 anni

Campagna in 150 impianti, anche nella cementeria di Samatzai

 Ha coinvolto anche la cementeria di Samatzai, i 12 impianti di calcestruzzo e le 5 cave della Sardegna, la campagna di Italcementi e Calcestruzzi dedicata alla sicurezza sul lavoro con l'obbiettivo di arrivare a "Zero infortuni". Si sono tenute in circa 150 impianti in tutta Italia le 'Assemblee della Sicurezza' per fare il bilancio di un anno delle attività messe in campo sul tema e per ribadire come la Sicurezza sia un obiettivo fondamentale per l'azienda e per tutti i lavoratori del settore. L'impegno di Italcementi nel campo della sicurezza ha portato,dal 2000, a una riduzione della frequenza degli infortuni di circa l'80%.

Durante gli incontri sono stati analizzati casi reali di infortuni, per trarre da ogni incidente gli insegnamenti più opportuni, da tradurre in azioni di prevenzione concrete. Nel 2017 sono state 9.890 le ore dedicate alla formazione del personale, articolate,in corsi di primo soccorso, corsi per l'uso del defibrillatore e definizione delle prime procedure di pronto intervento. Le azioni messe in campo, identificate con il nome di "Safety Conversation", sono state circa 7.000. Oltre 20 le esercitazioni in collaborazione anche con i Vigili del Fuoco, la Croce Rossa, la Protezione Civile e altri soggetti di pronto intervento locali. Nel 2017, la formazione sul tema della sicurezza ha coinvolto circa 1.600 persone.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Vai alla rubrica: Pianeta Camere