Doppia preferenza,appello Coordinamento3

Allarme associazione a pochi giorni da esame stralcio in Aula

"Ad oggi non c'è stato alcun pronunciamento ufficiale da parte dei capigruppo per un impegno di assunzione di responsabilità, ferma e inequivoca, a garanzia del voto palese". Il Coordinamento 3 - Donne di Sardegna esprime preoccupazione a pochi giorni dall'esame in Consiglio regionale dell'introduzione della doppia preferenza di genere nella legge elettorale.
    Eppure, "la richiesta di una posizione chiara era stata richiesta con lettera formale indirizzata al presidente dell'Assemblea Gianfranco Ganau", fa notare l'associazione di cui fanno parte Carla Puligheddu, Carla Medau, Rita Corda, Rita Mameli, Simonetta Corongiu.
    Martedì 14 novembre l'Aula esaminerà lo stralcio ma, sostengono, "è sempre in agguato il rischio che possa ripetersi quanto accaduto il 21 giugno 2013, quando la stessa norma fu vergognosamente bocciata proprio con il vile ricorso al voto segreto, una strategia dell'inganno che non può più essere tollerata".
    Ecco perché, concludono, "il movimento delle donne sarde unitario e trasversale, adotterà misure adeguate, pubbliche e visibili, per impedire che ciò possa avvenire".

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Vai alla rubrica: Pianeta Camere