Sardinia film Festival targato Bela Tarr

Regista ungherese star rassegna in programma sino al 2 settembre

(ANSA) - ALGHERO, 19 GIU - Oltre 17 mila inviti a registi, distributori, scuole di cinema e ambasciate, 60 Paesi e 1200 cortometraggi in concorso, i riconoscimenti di Presidenza della Repubblica, della Camera e del Senato, il sostegno di Farnesina e Mibact, patrocinio della Presidenza del consiglio dei ministri e dell'Uneso: sono i numeri e i titoli con cui si presenta ai nastri di partenza la dodicesima edizione del Sardinia film festival, in programma tra Sassari, Alghero, Villanova Monteleone e Bosa sino al 2 settembre.
    Quest'anno il clou dell'evento internazionale dedicato al cortometraggio è ad Alghero, dove il festival è stato presentato oggi dall'organizzatore e ideatore, Carlo Dessì, dal sindaco Mario Bruno, e dal direttore della Fondazione Meta, Paolo Sirena. "Dopo il Giro e il Rally d'Italia teniamo fede all'impegno di destagionalizzare i flussi turistici attraverso grandi eventi", afferma Bruno.
    "Diventiamo epicentro di tutti gli appuntamenti internazionali che avvengono ad Alghero", aggiunge soddisfatto Sirena.
    Il Festival sarà ospitato a Lo Quarter, sede della Fondazione. "Fiction italiana internazionale, documentari e una vetrina sulla Sardegna, 50 opere ammesse alla fase finale, 20 nazioni rappresentate - continua Carlo Dessì - più delle parole, i numeri descrivono questo festival".
    Novità di quest'anno una serie di masterclass di altissimo livello. Dal produttore Gianluca Arcopinto al direttore della fotografia Beppe Lanci, sino ad arrivare a Bela Tarr: il regista ungherese sarà la star dell'edizione 2017. (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Imprese & Mercati

Responsabilità editoriale di Pagine SÌ! S.p.A.
Vai alla rubrica: Pianeta Camere