Sportello unico per accesso digitale P.A

Spanu, entro fine 2017 primo nucleo di servizi on line

Un punto unico di accesso ai servizi offerti dalla pubblica amministrazione regionale ai cittadini, alle imprese e agli enti locali, velocizzando le procedure e gestendo le pratiche on line. E' il Sus, lo Sportello Unico dei Servizi promosso dalla Regione e presentato oggi dall'assessore degli Affari Generali Filippo Spanu.

Il primo nucleo dei servizi on line sarà operativo entro la fine del 2017. A regime è prevista l'informatizzazione di 134 procedimenti. La governance del progetto è affidata alla direzione degli Affari generali e della società dell'informazione. Sono coinvolte 14 direzioni generali, 36 Servizi e oltre 100 responsabili di procedimento. Il Sus beneficia di circa 4,5 milioni provenienti dal Por Fesr 2007-2013, con cui è stata realizzata la fase di reingegnerizzazione dei procedimenti, e dall'attuale programmazione comunitaria 2014-2020, che ha consentito di avviare l'implementazione della piattaforma.

"Non si tratta solo di semplificare ma anche di migliorare la macchina amministrativa - ha spiegato Spanu - lo Sportello Unico è un nuovo sistema che deve essere assolutamente interoperabile con gli altri attualmente a disposizione delle imprese, in prospettiva i servizi saranno più efficaci e più immediati sia per le aziende che per i cittadini. Questo però non ci basta - ha chiarito l'assessore - il nostro programma dell'agenda digitale prevede il completamento della rete telematica regionale, perché i servizi possano essere fruiti non solo nell'area di Cagliari". In questa stessa direzione va anche il progetto, che verrà presentato a breve, per una modifica dell'organizzazione della Regione sul territorio.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Imprese & Mercati

Responsabilità editoriale di Pagine SÌ! S.p.A.
Vai alla rubrica: Pianeta Camere