Errori e multe, sport a scuola di fisco

Protocollo d'intesa tra Coni e Agenzie entrate Sardegna

Da cinque anni a questa parte più di 1.200 dirigenti sportivi a scuola di "fisco" dalla direzione regionale della Sardegna dell'Agenzia delle entrate. Obiettivo: evitare di incorrere, spesso involontariamente o per mancata conoscenza delle regole tributarie del mondo dello sport, in errori che possono costare problemi o complicazioni. In passato, prima del 2012, c'è stato anche chi ha pagato una sanzione di 1,2 milioni.

Il rinnovo del protocollo d'intesa è stato sottoscritto dal direttore dell'Agenzia Rossella Rotondo e dal presidente del Comitato del Coni Gianfranco Fara. L'accordo prevede nuovi seminari formativi per approfondire i temi fiscali più "caldi" e ricorrenti. Durante gli incontri, che si terranno a Cagliari e Sassari, saranno illustrate le agevolazioni previste dalla normativa per le associazioni sportive dilettantistiche e degli enti di promozione sportiva.

Con molta attenzione ai requisiti e agli adempimenti per i regimi fiscali agevolati. La promozione di questo seminario punta a prevenire i fenomeni di evasione fiscale, spesso legati a disinformazione o a banali dimenticanze, per un maggiore adempimento spontaneo degli obblighi fiscali. Una prima regola da rispettare per ottenere le agevolazioni è proprio l'iscrizione al Coni. Un altro problema riscontrato nelle società sportive - e ora superato grazie ai seminari degli anni scorsi - riguarda le sponsorizzazioni non dichiarate.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE:

Video ANSA


Vai alla rubrica: Pianeta Camere