Credito e Pos: protocollo Camera Commercio-Banco di Sardegna

Cagliari, agevolazioni per le 80 mila imprese iscritte

    Da oggi le 80 mila imprese iscritte alla Camera di Commercio di Cagliari potranno accedere, a condizioni agevolate, ad una linea di credito legata alle transazioni Pos. Una somma consistente, stabilità in base agli incassi effettuati con il Pos negli ultimi 12 mesi o in base agli studi di settore, che daranno una boccata d'ossigeno alle varie imprese.
    E' questo, in sintesi, il fulcro del protocollo d'intesa firmato oggi a Cagliari tra la Camera di Commercio ed il Banco di Sardegna. Al centro dell'intesa c'è la cosiddetta "linea di credito Pos", una linea di credito della durata massima di un anno con cui il Banco di Sardegna mette a disposizione delle imprese iscritte alla Camera di Commercio una somma di denaro a fronte dei futuri incassi effettuati attraverso il servizio di incasso Pos.
    L'importo finanziabile sarà pari al 50 per cento delle transazioni registrate negli ultimi dodici mesi o sarà calcolato in base agli studi di settore. La linea credito potrà essere aperta sia a titolari di attività imprenditoriali già clienti del Banco di Sardegna che a nuovi clienti basta che abbiano sottoscritto un contratto Pos con il Banco. "Non c'è un limite stabilito - ha evidenziato Stefano Sulis, responsabile direzione mercati del Banco di Sardegna - ma viene calcolato in base alle esigenze del cliente". C'è infatti un plafond rotative di 50 milioni di euro, messo a disposizione dell'istituto di credito, che si ricostituisce. "Gli iscritti alla Camera di Commercio di Cagliari avranno condizioni privilegiate - ha detto ancora Sulis - si potrà riuscire ad aprire la linea di credito in circa 15 giorni. E per i primi 12 mesi il canone sarà gratuito. Poi dopo un anno incontreremo nuovamente il cliente e offriremo le migliori condizioni possibili".
    "Questo protocollo deve essere considerato come un primo passo, un punto di partenza per sostenere gli operatori - ha evidenziato Paola Piras, commissario straordinario della Camera di Commercio - un punto di partenza immediatamente operativo e suscettibile in futuro di miglioramenti. Riteniamo importante sostenere le imprese con un'azione a rete con le istituzioni del territorio. Rete mancata a lungo e nell'ultimo anno ricostituita con numerosi soggetti: Regione, Comune, Teatro Lirico, Conservatorio, mondo della cultura e ora istituti di credito".

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Vai alla rubrica: Pianeta Camere