Dinamo, con Capo d'Orlando ultimo appello

Stasera vittoria obbligatoria per campioni d'Italia in crisi

   "La partita di Pesaro è stata la foto di quello che siamo, una squadra che alla prima difficoltà si disunisce, in settimana abbiamo lavorato bene ma considerazioni del genere contano poco perché quel che ci manca è la forza per reggere nei momenti in cui la partita ci mette in difficoltà".
    Alla vigilia della sfida casalinga contro la Betaland Capo d'Orlando (domenica ore 18.15), il coach della Dinamo Banco di Sardegna Federico Pasquini è estremamente lucido. Questo, però, non gli impedisce di guardare avanti. "Proviamo a cambiare pagina, quella con Capo d'Orlando sarà una partita tutt'altro che facile - afferma - i siciliani hanno vinto tre delle ultime quattro partite, domani dovremo essere tutti al 150%". Secondo il terzo dei coach che si sono alternati quest'anno sulla panchina dei campioni d'Italia, "la Betaland sta giocando una grande pallacanestro, molto leggera, simile ad Avellino. Noi dovremo essere forti mentalmente e aggredire il match".

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Vai alla rubrica: Pianeta Camere