Questura Oristano, dedica a Emanuela Loi

Ricordata agente scorta morta attentato a giudice Borsellino

(ANSA) - ORISTANO, 8 MAR - Nel giorno della Festa delle donne, la questura di Oristano ha voluto ricordare Emanuela Loi, l'agente di Polizia morta a 23 anni, nel 1992 a Palermo, nell'attentato di stampo mafioso al giudice Paolo Borsellino nel quale morirono, oltre al magistrato, altri quattro colleghi della scorta. Lo ha fatto intitolandole l'aula didattica al quinto piano degli uffici di via Beatrice d'Arborea. A scoprire la targa, benedetta dal cappellano della Polizia di Stato don Gianfranco Murru, sono stati il questore Francesco Di Ruberto e la sorella della giovane poliziotta di Sestu, Claudia.
    La figura di Emanuela Loi, medaglia d'oro al valore civile, prima poliziotta italiana morta in servizio, è stata ricordata dal questore e dal vice prefetto vicario Paola Dessì. Sono intervenute alla cerimonia anche la commissaria straordinaria della Asl e presidente del centro interistituzionale contro la violenza di genere, Maria Giovanna Porcu, l'assessore dei Servizi sociali di Oristano, Maria Obinu.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Vai alla rubrica: Pianeta Camere