Fiaccolata in Ogliastra contro i tagli

Vestiti a lutto in 23 paesi, "giù mani da ospedale e tribunale"

(ANSA) - LANUSEI, 22 FEB - "E' una manifestazione voluta dalle gente e supportata dalle amministrazioni: vogliamo che si dica basta alla desertificazione dei nostri territori, con il declassamento dell'ospedale e con la chiusura del tribunale, per citare solo gli ultimi tentativi di smantellamento. L'Ogliastra sta reagendo, ora ci diano risposte".

Così il sindaco di Lanusei Davide Ferreli in occasione della fiaccolata in corso stasera nei 23 paesi dell'Ogliastra, con i cittadini vestiti a lutto. E' solo l'ultima delle tante iniziative di questi mesi in Ogliastra per impedire il taglio dei servizi.

La protesta era culminata con lo sciopero della fame di Ferreli e del suo vice Salvatore Accame, interrotta dopo sette giorni grazie all'impegno della commissione Sanità del Consiglio regionale per scongiurare il declassamento dell'ospedale Santa Maria Mercede da struttura di primo livello a struttura di base. "Promesse sulle quali vigileremo - avverte il sindaco - alle parole devono seguire i fatti. Solo così abbasseremo la guardia".
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Vai alla rubrica: Pianeta Camere