Sindaco Lanusei interrompe sciopero fame

Arrivano rassicurazioni su non declassamento dell'ospedale

(ANSA) - CAGLIARI, 18 FEB - Dopo sei giorni di sciopero della fame in difesa dell'ospedale Santa Maria Mercede, il sindaco e il vice sindaco di Lanusei, Davide Ferreli e Salvatore Acampora, hanno interrotto la protesta. Questa mattina sono stati ascoltati dalla commissione Sanità del Consiglio regionale incassando l'impegno a non declassare la struttura, unica realtà sanitaria nell'area, minacciata dalla riforma che ridisegna la rete ospedaliera in Sardegna.
    "Di fronte a questi impegni - ha spiegato il sindaco - abbiamo deciso di cessare lo sciopero della fame, ma non si interromperà la nostra azione di vigilanza affinché gli impegni di oggi siano rispettati. Il lavoro dei prossimi giorni e mesi sarà intenso e impegnativo: per farlo - ha chiarito Ferreli - la popolazione dell'Ogliastra ha bisogno di amministratori in perfetta forma".
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA