Giorno memoria: a Cagliari ricordo foibe

Convegno organizzato dai militari 'per non dimenticare'

(ANSA) - CAGLIARI, 10 FEB - Memoria e storia unite per cercare di superare le nozioni e analizzare le ragioni che hanno portato alla morte di otto-diecimila persone gettate nelle foibe e all'esodo di altre 300mila cittadini. In questi brevi dati si può sintetizzare la conferenza storico-rievocativa, organizzata alla Legione carabinieri dal Comando Militare Autonomo della Sardegna sul tema "Giornata del ricordo, dalle foibe all'esodo', nella Giornata del ricordo, istituita il 10 febbraio 2004 per le vittime buttate dai "Titini" (seguaci di Tito) nelle cavità carsiche fra il 1943 e il 1945, cui fece seguito l'esodo di istriani, fiumani e dalmati.
    "È importante ricordare quanto accadde e le vicende degli esuli - ha detto il generale di brigata Antonio Bacile, aprendo la conferenza - per essere proprietari di un presente e di un futuro senza lati oscuri". Importate il contributo dato dal professor Gianni Oliva, storico e autore di numerosi libri, che ha tratteggiato la storia di quanto accaduto dal 1940 al 1945.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Imprese & Mercati

Giovanni Degortes - Olbia

“Formazione Point”, il nuovo progetto dello Studio Degortes

La diffusione della conoscenza e la preparazione come risorsa per il mercato del lavoro: dalle PMI agli enti pubblici, la consulenza del lavoro per un mondo globalizzato


Responsabilità editoriale di Pagine SÌ! S.p.A.
Vai alla rubrica: Pianeta Camere