Calcio: nuovo stadio Cagliari nel 2019

A giugno 2017 demolizione Sant'Elia. Giulini, tempi rispettati

(ANSA) - CAGLIARI, 2 DIC - Demolizione dal 2017, a giugno, e stadio pronto nel 2019, un anno prima del centenario. Sono i tempi del nuovo Sant'Elia: il progetto è stato presentato questa mattina al Comune di Cagliari. Ma ieri c'era stata un'anteprima in Regione con il presidente Francesco Pigliaru. Da oggi parte il conto alla rovescia: il piano stadio sarà protocollato questo pomeriggio in Municipio.

Verosimilmente andrà in aula, per l'approvazione, entro dicembre. Definita la capienza: 21mila spettatori. Numeri che consentiranno di accontentare i tifosi per le partite di cartello. E che non creerebbero effetto deserto nei match con squadre meno blasonate.

"Siamo molto soddisfatti - ha detto all'ANSA il presidente de Cagliari Tommaso Giulini subito dopo l'incontro in Comune - avevamo promesso che avremmo consegnato il progetto entro il 2015 e così è stato. Siamo sollevati: ora la palla passa nelle mani delle istituzioni".

Non si tratterà di riqualificazione, ma di totale demolizione e ricostruzione del vecchio Sant'Elia. Quindi niente ipotesi Friuli: nello stadio dell'Udinese le partite si svolgono con il cantiere in corso. Possibilità scartata, invece, dalla società rossoblù per non perdere tempo.

Per i campionati 2017-2018 e 2018-2019 in pole position c'è sempre Quartu. Secondo la società il progetto del nuovo Sant'Elia non dovrebbe incontrare i problemi che hanno caratterizzato il campo di Is Arenas: la viabilità c'è già, i volumi sono inferiori rispetto al vecchio Sant'Elia mentre le altezze sono le medesime.

GIULINI, STADIO A QUARTU? ASPETTIAMO RISPOSTE DAL COMUNE - Caccia allo stadio "a tempo" che ospiterà il Cagliari per due campionati prima della restituzione del Sant'Elia. "L'ipotesi ideale - spiega all'ANSA il presidente rossoblù Tommaso Giulini - rimane sempre Is Arenas a Quartu. Abbiamo già inviato la richiesta al Comune, ma aspettiamo delle risposte".

"Certo - aggiunge - ci sarebbe piaciuto far coincidere l'avvio dell'iter per il nuovo Sant'Elia con i lavori per ritornare a Quartu, ma questo ancora non è stato possibile". Le altre soluzioni? L'identikit porta a un grande centro della Sardegna con una viabilità idonea a ospitare eventi come le gare del Cagliari.

ADOBI (LEGA B), STADIO CAGLIARI COME ESEMPIO NAZIONALE - "Ci sono tutte le condizioni per apprezzare il lavoro fin qui fatto: Cagliari può essere un esempio per tutta l'Italia". Lo ha detto il presidente della Lega di serie B all'uscita dal Comune dopo l'incontro con il sindaco Massimo Zedda, la Giunta e il Cagliari Calcio sul nuovo Sant'Elia. "Il progetto sarà presentato entro dicembre in Consiglio comunale, quello - ha chiarito il dirigente - sarà il momento decisivo. Ma da oggi possiamo dire che è cominciato un percorso".

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE:

Video ANSA


Vai alla rubrica: Pianeta Camere