Nessun recupero per nave romana scoperta in acque Gallura

Sovrintendenza, costi troppo alti si pensa a meta escursioni arche-sub

E' stata una casualità a riportare alla luce la nave romana scoperta nelle acque della Gallura, un ritrovamento che la Soprintendenza ai beni archeologici della Sardegna ha definito "dall'alto valore didattico e scientifico" per "l'eccezionale stato di conservazione" che "mostra chiaramente le modalità di carico" di un'imbarcazione dell'epoca. I particolari dell'operazione annunciati dalla Polizia di Stato nei giorni scorsi, sono stati illustrati a Olbia dal sovrintendete Rubens D'Oriano, presenti il questore di Sassari, Pasquale Errico, il dirigente Fernando Spinicci e i sommozzatori della Polizia, autori del recupero dei reperti e delle immagini subacquee della nave.

Un ritrovamento, è stato detto, del tutto casuale fatto dal palombaro del Nucleo Sdai della Marina militare di La Maddalena, Gabriele Paparo, che durante un'immersione fuori dal servizio ha scoperto il carico di laterizi di età imperiale (I/II secolo d.C.) perfettamente conservato e adagiato su un fondale sabbioso a cinquanta metri di profondità nelle acque tra Santa Teresa di Gallura e le Bocche di Bonifacio. Un ritrovamento eccezionale che però resterà in fondo al mare: i costi per il recupero, infatti, sarebbero esorbitanti. E' stato lo stesso Paparo a spiegare i dettagli della scoperta della nave, lunga circa 18 metri e larga 7, adibita al trasporto di laterizi, embrici e coppi, probabilmente prodotti nell'area tirrenica centrale. Il carico era diretto in Spagna quando la nave, per cause sconosciute, è colata a picco per essere poi ritrovata a duemila anni dal naufragio in perfette condizioni.

Il sovrintendente D'Oriano ha escluso una campagna di recupero del relitto. "Il sito - ha sottolineato - è in assoluta sicurezza e non escludiamo che, un domani, possa essere meta di visite guidate destinate, data la profondità, a subacquei con una certa esperienza".

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA


Vai alla rubrica: Pianeta Camere