Scoperta fabbrica illegale cetrioli mare

Nei guai cinese Assemini, scarti lavorazione nel Rio Sa Nuxedda

(ANSA) - CAGLIARI, 8 MAG - Oltre 5mila oloturie, i cetrioli di mare, sono stati sequestrati dalla Gdf di Cagliari in una casa di Assemini. Denunciato il proprietario, un cinese di 45 anni che l'aveva fatta diventare una specie di azienda per la trasformazione e lavorazione del prodotto, non utilizzato in Italia. Il cinese deve rispondere di inquinamento: i rifiuti venivano riversati nelle acque del Rio Sa Nuxedda. Sequestrati i locali per la lavorazione, le indagini sono scattate dopo controlli su pescherecci.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA


Vai alla rubrica: Pianeta Camere