Bonifiche Portovesme srl: tutti assolti

Niente prescrizione nel processo a Cagliari su gestione rifiuti

(ANSA) - CAGLIARI, 20 FEB - Respinta la richiesta di prescrizione dei reati per il presunto traffico di rifiuti e le mancate bonifiche alla Portovesme srl: il giudice del Tribunale di Cagliari, Sandra Angioni, ha detto no al Pm Enrico Lussu e si è pronunciata nel merito assolvendo con formula piena "per non aver commesso il fatto" entrambi gli imputati, l'amministratore delegato dell'azienda Carlo Lolliri e il responsabile tecnico dello stabilimento Aldo Zucca.

La decisione è stata assunta dopo una breve camera di consiglio. Bisognerà attendere 15 giorni per conoscere la motivazione, tuttavia dalla formula assolutoria appare chiara la commissione dei reati - quindi l'inquinamento c'è stato - ma non sono riconducibili a Lolliri e Zucca.
L'inchiesta era stata aperta nel 2010, ma i reati sarebbero stati commessi in un periodo precedente, dopo un accertamento in alcune aree nelle vicinanze della fabbrica. Le contestazioni riguardano "le procedure per la bonifica e la messa in sicurezza dei siti inquinati" e la gestione di "una ingente quantità di rifiuti speciali pericolosi".
All'esterno del Palazzo di giustizia, nuovo presidio del Comitato ambientalista "Chi inquina paga", una trentina di persone in rappresentanza di associazioni, cittadini e istituzioni che sono costituiti parte civile.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA


Vai al Canale: ANSA2030
Vai alla rubrica: Pianeta Camere