Percorso:ANSA > Salute e Benessere > Speciali ed eventi > Sanità: Farmindustria, qui è difficile sperimentare farmaci

Sanità: Farmindustria, qui è difficile sperimentare farmaci

In Italia, per tempi burocratici e approvazione protocollo

23 settembre, 20:25
Sanità: Farmindustria, qui è difficile sperimentare farmaci Sanità: Farmindustria, qui è difficile sperimentare farmaci

FIRENZE - La sperimentazione clinica dei farmaci "in Italia è resa un po' complicata sia dalla parte relativa ai tempi burocratici della gestione da parte dell'Aifa, ma soprattutto dai numerosi comitati etici che tendono a espandere i tempi di approvazione di un protocollo in maniera assolutamente non idonea a competere con gli altri paesi". Lo ha detto Massimo Di Martino, membro della giunta di Farmindustria, intervenuto oggi al Forum della Leopolda sulla sostenibilità in sanità, in corso a Firenze.

"Questo crea una specie di paradosso - sostiene Di Martino - perché abbiamo una qualità di sperimentazione sui centri clinici molto elevata, ma una inefficienza di sistema che rende difficile l'accesso a questa qualità, e di conseguenza le aziende vanno a investire anche nella sperimentazione clinica in altri paesi. Questo è un aspetto molto preoccupante, perché la sperimentazione clinica effettuata in Italia è una fonte di finanziamento della spesa sanitaria fondamentale".

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA