Percorso:ANSA > Salute e Benessere > Speciali ed eventi > Salute: medicina sempre più 'personale', ma problema è costi

Salute: medicina sempre più 'personale', ma problema è costi

Nobel Ciechanover, già sanità non equa, sistema Usa sbagliato

20 maggio, 11:52
Il premio nobel per la medicina Aaron Ciechanover Il premio nobel per la medicina Aaron Ciechanover

BOLOGNA - La medicina del futuro sarà sempre più quella del 'caso per caso'. "Non ci saranno più delle grandi malattie ma molte malattie. Quindi non ci sarà 'il' cancro al seno, ma ci saranno tanti tipi di cancro che andranno trattati ognuno con medicinali specifici". E' l'era della medicina 'personalizzata' tema della lezione che il nobel per la medicina Aaron Ciechanover tiene all'interno del Festival della Scienza medica a Bologna dal 19 al 22 maggio.
Una prospettiva, quella della 'medicina personalizzata', che porterà ad avere cure sempre più mirate. Non sarà più quella del farmaco buono per tutti. Ma riusciranno tutti ad avere questi nuovi farmaci? "Già oggi - ha spiegato il Nobel - senza la medicina personalizzata la medicina è costosa. Non è equa in tutti i Paesi. Vediamo quello che sta succedendo in Venezuela. Vediamo quello che succede in Africa. Ci sono chirurghi che non hanno guanti per operare e tutto questo è molto ingiusto perché la salute dovrebbe essere un diritto di tutti coloro che sono sulla faccia della terra. Ma sfortunatamente la nostra società non è costruita per quello. Quindi io penso che la medicina personalizzata costerà di più perché nel futuro non ci saranno delle grandi malattie ma molte malattie".
Però, se questo è un problema che riguarderà tutti, sistemi come quello italiano, universalista e sostanzialmente pubblico, ce la farà a sopportarne i costi? Quali sono le differenze con sistemi privati come quello statunitense: "Io penso che il sistema americano non vada bene - ha spiegato Ciechanover - Sono critico con il sistema statunitense che non garantisce la salute per tutti. Non conosco nel dettaglio il sistema di tutti i Paesi europei ma so che in generale i vostri sono più 'socialisti', più improntati ad aiutare tutti. E tutti hanno un accesso alla salute e si investe forse meno ma si raccoglie di più. E io preferisco un sistema di questo tipo".
Un esempio per il nobel, è un sistema come quello israeliano che garantisce la salute per tutti. Si paga una quota rispetto al salario poi tutti quanti vengono tutelati, indipendentemente dal lavoro che fanno. Non ci sono distinzioni tra un cittadino ed un altro". Perché, questo è il messaggio "Io ritengo che sicurezza, salute e educazione debbano essere nella mani dei governi. Il governo deve curare, deve istruire e garantire la sicurezza per tutti. Può appoggiarsi su risorse esterne, ma deve garantire questi servizi a tutti".

 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA