Percorso:ANSA > Salute e Benessere > Speciali ed eventi > Solo in 4 Paesi Eu lingua segni è prevista da Costituzione

Solo in 4 Paesi Eu lingua segni è prevista da Costituzione

31 gennaio, 17:23

"Il diritto alla comunicazione è stato sancito nel 2006 dall'Onu e nel 2007 è stato riconosciuto anche per i sordi" ma "solo in quattro Paesi europei la lingua dei segni è prevista dalla Costituzione, ovvero Austria, Finlandia, Portogallo e Ungheria". A fare il punto sull'introduzione della lingua dei segni in Europa è Adàm Kòsa, primo e unico europarlamentare sordomuto, intervenendo in occasione del convegno "Obiettivo Lis, un progetto di legge, un progetto di vita per l'abbattimento delle barriere della comunicazione", organizzato dall'Ente Nazionale Sordi Onlus. "In un altro gruppo di Paesi vige un secondo livello di riconoscimento, tramite una legge specifica, e sono Belgio, Repubblica Ceca, Spagna, Svezia, Ucraina. In altri, come Germania e Olanda la Lis non è prevista dalla legge ma inserita in regolamenti". L'Italia invece è uno dei tre Paesi dell'Unione in cui non esiste alcun riconoscimento di questo fondamentale strumento di comunicazione.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA